mercoledì 23 gennaio 2019
Home / Samsung / Australia: Samsung taglia il segnale ai Galaxy Note 7
maxresdefault-5

Australia: Samsung taglia il segnale ai Galaxy Note 7

La maggior parte dei 2.5 milioni di Galaxy Note 7 venduti al lancio sono rientrati sani e inesplosi negli stabilimenti Samsung. Stando alle comunicazioni ufficiali, le unità tornate alla base superano l’85%.  In contrasto con i piani iniziali, vi sono però alcuni utenti scellerati che non hanno ancora riportato il proprio modello in negozio e continuano ad utilizzarlo, mettendo a repentaglio se stessi e gli altri.

Dopo aver fissato la carica massima della batteria al 60% e inviato messaggi di esortazione tramite notifiche push, Samsung ne ha pensata un’altra: con la collaborazione degli operatori locali ha deciso di tagliare le linee telefoniche di tutti i Galaxy Note 7 ancora attivi in Australia. In pratica, il telefono sarà inutilizzabile per chiamare, inviare SMS e navigare su internet da rete mobile.

Il black out sarà operativo dal 15 dicembre e si spera possa convincere gli ultimi irriducibili a riportare indietro il proprio e scegliere per un Galaxy S7/ S7 Edge e rimborso di 250 dollari australiani, o per il rimborso completo della cifra iniziale.

A proposito delle cause delle esplosioni che hanno costretto Samsung al ritiro globale, il produttore coreano ha fatto sapere di recente che entro fino anno diffonderà informazioni precise su quanto accaduto.

Leggi anche

Schermata-2016-12-11-alle-12.13.51-4

Samsung Galaxy C9 Pro: ora c’è la certificazione Wi-Fi di WFA

Il modello Samsung Galaxy C9 Pro (in gergo tecnico SM-C9000) è al momento disponibile solo …