Touch Screen resistivo e touch screen capacitivo, definizione e confronto

Inserito in iPhone,Nokia,Telefonia da il 25 aprile 2009 - Google +:

immagine-111
Touch screen resistivo e capacitivo forse non vi dicono nulla, ma se vi nomino Nokia 5800 e iPhone?
Lo schermo del Nokia 5800 (e della maggior parte dei dispositivi in circolazione) è dotata di touch screen resistivo.
Il display dell’ iPhone è touch screen capacitivo.
In questo articolo ho voluto dare una definizione di entrambi ed ho trovato un interessante confronto in rete che ho voluto tradurre.

Inizio con delle considerazioni generali trovate su un altro sito (informaniaci), ma molto chiare.

Va detto innanzi tutto che gli schermi resistivi sono basati su una tecnologia molto più vecchia rispetto a quella che caratterizza i display capacitivi: risale al 1995 il primo prototipo di tecnologia resistiva.

Il touchscreen di tipo resistivo basa il suo funzionamento su resistenza elettrica: premendo lo schermo si crea un contatto tra due strati cconduttori elettricità. Il dispositivo traccia le coordinate posizionali del contatto comunicando i dati al sistema operativo. Adottano questo tipo di schermo tutti i terminali touchscreen della Nokia, come il 5800 XpressMusic e l’N97, ma anche moltissimi altri cellulari.

Il touchscreen capacitivo genera un flusso di elettroni attraverso la superficie del display: quando un oggetto capacitivo, come le dita umane, toccanno (o semplicemente sfiorano) lo schermo il flusso di elettroni si distorce. Il dispositivo, tramite dei sensori posizionati in ciascun angolo del display, rileva la distorsione e assegna le coordinate del tocco. Ecco perchè su schermi capacitivi non è possibile utilizzare oggetti inanimati come ad esempio i pennini. Adottano questo tipo di schermo ad esempio l’iPhone l’HTC G1.

Schermi Resistivi

Costituiti da due strati di materiale plastico, separati da uno spazio. Ognuno di questi strati sovrapposti ha la superficie interna ricoperta di materiale conduttore. Quando si crea un contatto tra due strati si ha conduzione di elettricità. Il sistema traccia le coordinate di contatto e le traduce di conseguenza.

Questa tecnologia è la più economica e di conseguenza la più utilizzata, nonché la meno prestante. Infatti lo schermo non è completamente traslucido e ne risentono la luminosità e la qualità. Infine, per dare la botta finale, è anche la meno longeva, col passare del tempo gli schermi resistivi sono più soggetti ad una perdita di reattività rispetto a quelli capacitivi.

Schermi Capacitivi

“Composti da un pannello di vetro ricoperto da un sottile strato di ossido metallico sulla parte esterna. Ai quattro angoli del pannello viene applicata una tensione che crea un campo elettrico uniforme su tutta la superficie dello schermo per via dell’ossido di metallo. Quando il dito tocca lo schermo, il campo elettrico subisce una variazione e le coordinate su schermo vengono rilevate misurando la caduta di tensione nel punto toccato.”

Dunque da come si evince, la credenza della conduzione di calore è solo un’utopia, ed io stesso mi sono fatto abbindolare, lo ammetto, permettetemi di imparare.

Relativamente più resistenti, anche se più soggetti a graffi e abrasioni che possono renderli meno sensibili, la qualità delle immagini è relativamente superiore per nitidezza e luminosità, grazie ad una maggiore trasparenza.

Non aggiungo altro perché penso che queste definizioni siano già parecchio chiare.
Ho poi tradotto il confronto tra le due tecnologie riportata nell’esperienza di Steve Lichfield di allaboutsymbian

  • Visibilità in ambienti interni
    • Resistivo: tipicamente ottima
    • Capacitivo: tipicamente ottima
  • Visibilità in ambienti esterni
    • Resistivo: tipicamente povera, lo strato extra riflette troppo la luce ambientale
    • Capacitivo: tipicamente ottima
  • Sensibilità al tocco
    • Resistivo: la pressione di cui abbiamo bisogno per effettuare il contatto con lo schermo, può essere effettuata con le dita (anche coi guanti), unghie, pennini, etc.L’uso del pennino è fondamentale per il mercato asiatico e ovunque il riconoscimento dei caratteri è rilevante.
    • Capacitivo: anche il minimo contatto delle vostra dita ricche di elettroni con il display è sufficiente per attivare la capacità di rilevamento.Non funziona con oggetti inanimati, unghie o guanti.Il riconoscimento della scrittura manuale è quindi problematica.
  • Accuratezza
    • Resistivo: preciso almeno quanti sono i pixel della risoluzione, come si può vedere quando si disegna (o scrivono caratteri) con un pennino. Utile per il riconoscimento della scrittura manuale e le interfacce con elementi di controllo piccoli.
    • Capacitivo: una precisione di pochi pixel, in teoria, ma seriamente limitato dalla dimensione fisica delle vostra dita, che rendono difficile premere accuratamente il controllo o selezionare un elemento sullo schermo di dimensioni inferiori a 1cm quadrato.
  • Costo
    • Resistivo: economico da utilizzare nel design di un cellulare
    • Capacitivo: decisamente più costoso di schermi resistivi, tra il 10% e 50%, a seconda del dispositivo che si parli. Per un cellulare di fascia alta, il costo extra può non essere importante,ma per un telefono di fascia media, potrebbe essere proibitivo.
  • Multitouch
    • Resistivo:nessuno, senza re-engineering in cui uno schermo resistivo è cablato in un dispositivo elettronico.
    • Capacitivo: dipende dall’implementazione e software, ma utilizzato nell’iPhone e sull’ HTC G1.Inoltre pare siano nate battaglie legali con Apple, a seconda della modalità multi-touch tilizzata?
  • Robustezza
    • Resistivo: La natura stessa degli schermi resistivi denota che il loro strato superiore è morbido, soffice abbastanza per premere verso il basso. Questo rende vulnerabile lo schermo a graffi e altri danni minori. Uno schermo resistivo richiede frequenti calibrazioni. Tuttavia, uno strato resistivo sullo schermo di plastica fa in modo che questi dispositivi, già robusti, non si rompano con una caduta.
    • Capacitivo: Essendo di vetro può essere utilizzato come strato esterno. Anche se non invulnerabile (e certamente inclini a rottura agli impatti più forti), il vetro è più resistente a graffi e imperfezioni.
  • Igiene
    • Resistivo: poiché il tocco è effettuato con un pennino, ci sono meno probabilità di ditate e germi.
    • Capacitivo: ditate inevitabili, ma essendo in vetro permette una facile e veloce pulizia.
  • Fattori ambientali
    • Resistivo: Nokia ha testato che il Nokia 5800, come tutti i loro telefoni, lavora bene tra i -15°C e i +55°C ed a tutte le umidità.
    • Capacitivo: le temperature tipiche in cui lavoro sono tra gli 0°C e i 35°C, richiede almeno 5% di umidità (per lavorare alle capacità effettive).

    Spero di non aver fatto errori nella traduzione (eventualmente segnalatemeli che correggo) e che l’articolo possa esservi d’aiuto a capire meglio la differenza tra le due tecnologie.

    Fonte informaniaci, jbrasco

    Share Button
    90 Commenti
    1. Ottimo articolo, mi sono sempre chiesto la differenza tra i due tipi di touch screen, e con questo articolo hai spiegato tutto alla perfezione!

      4 maggio 2009 alle ore 17:13

    2. Grazie.

      4 maggio 2009 alle ore 18:34

    3. In sintesi (anche secondo te) quale delle due tecnologie è migliore allo stato attuale?

      Complimenti per il blog!

      6 maggio 2009 alle ore 12:02

    4. Grazie dei complimenti.
      Sentendo i pareri degli utenti in rete e giudicando la tecnologia, penso proprio che il touch capacitivo (come l’iPhone) in linea generale sia migliore. Ma poi bisogna giudicarne l’uso che se ne fa.
      Se ad esempio lavoro coi guanti non è proprio il massimo della comodità.

      6 maggio 2009 alle ore 15:21

    5. tancredi:

      IN PAROLE POVERE..

      MENTRE C’E’ GENTE CHE DEVE SCAVARE IN MENU’ COMPLICATI SOTTOMENU’ E CON ICONE PICCOLISSIMIE E UTILIZZARE BARRE LATERALI SOTTILISSIME PER SCORRERE IL MENU’.. PREMERE CON FORZA DISUMANA QUELLO SCHERMO PRIMA CHE IL SEGNALE ARRIVI CON FORZA… ED UTILIZZARE SCOMODISSIMI PENNINI ANTI ESTETICI E POCO PRATICI (TOUCH SCREEN RESISTVO)

      C’E’ MOLTA TANTA ALTRA GENTE COME ME CHE UTILIZZANDO UN IPHONE(THOUCH SCREEN CAPACITATIVO)..
      NON SOLO VI SONO ICONE GIGANTESCHE E AMPI MENU’ SEMPLIFICATI CON SCORRIMENTO CENTRALE MA ANCHE UN SUPER TOUCH SCREEN SENSIBILISSIMO E UNA SUPER SEMPLICITA’ D’USO..(VISTO IL SOLO USO DEL DITO).. BASTA LEGGERMENTE POGGIARE IL DITO CHE SUBITO IL DISPLAY REAGISCE CON UNA VELOCITA’ IMPRESSIONANTE

      DIMENTICATEVI MENU’ A SCORRIMENTO LATERALI(BARRE STILE MICROSOFT MOBILE).. DIMENTICATEVI ANTI ESTETICI PENNINI

      TUTTO SI FA’ COL DITO TUTTO SCORRE IN MANIERA FANTASTICA

      PERSINO ZOOMMARE LE FOTO è FACILE E DIVERTENTE BASTA FARE UNA LEGGERA PRESSIONE DELLE DUE DITA DAL CENTRO VERSO L’ESTERNO… E UN SUPER ZOOM APPARIRA’ IN MANIERA RAPIDA E VELOCE….

      IL MIGLIORE TOUCH SCREEN E QUELLO CAPACITATIVO DELL’IPHONE….

      ES: ANCHE NEòLLO SCORRIMENTO DELLA RUBRICA.. BASTA UN LEGGERO TOCCO DAL BASSO VERSO L’ALTO E LA RUBRICA SCORRE SOLA SE FATTO CON VIGORE…

      HO VISTO LO SCHERMO PER ESEMPIO DEL BLACKBARRY STORM…
      IL SUO SCHERMO è COME UN BOTTONE DA PREMERE DEVI PREMERE CON FORZA PERCHè SE NO NON TI DA IL COMANDO

      E POI E’ RIALZATO UN PO’ PROPRIO COME UN BOTTONE(QUASI COME UN PULSANTONE DEI GIOCHI A QUIZ)..

      ECCO PERCHE’ IPHONE NON SOLO E’ IL MIGLIOR TELEFONO AL MONDO..

      GRAZIE AL SUO TOUCH SCREEN CAPACITATIVO…

      QUESTI TOUCH SCREEN SARANNO PURE UN PO’ COSTOSI MA PER QUANTO STA VENDENDO L’IPHONE.. SOLDI RECUPERATI E BEN SPESI NO?

      A NOSTRO BENEFICIO…

      TOUCH SCREEN CAPACITATIVO!!

      19 luglio 2009 alle ore 19:33

    6. Anonimo:

      ma fammi il piacere l iphon ha un bleututh che fa schifo, ha solo la fotocamera posteriore che non ti consente di videochiamare o fare video , per non parlare degli mms

      25 luglio 2009 alle ore 16:39

    7. mirko:

      a tancredi ma che stai a dì…
      i pregi del capacitivo sono certamente altri, come puoi leggere nell’articolo, quello di poter usare solo le dita e per giunta solo se nude è certamente un difetto.
      io col mio palmare con wm col pennino ci disegnavo con i programmi paint, tanto per dirne una, e ci scrivevo a mano libera in one note… voglio proprio vedere col dito che capolavori che fai!
      senza calcolare che con i resistivi puoi usare icone piccole con pennino o grandi con le dita, a tua scelta (di interfacce con icone grandi ce ne sono decine e decine, basta installarle), mentre con i capacitivi sei obbligato a usare icone grandi, non hai questa libertà di scelta. per il tuo utilizzo del cellulare si vede che va benissimo, per altri utenti può essere una limitazione.

      se poi mi parli di utilizzo all’aperto, brillantezza, multi touch e altri pregi sono d’accordo con te, ma quello dell’obbligo di usare le dita è un brutto limite di questa tecnologia per il resto superiore.

      31 agosto 2009 alle ore 21:44

    8. phede87:

      X tancredi

      Bhe quel discorso delle icone non ci azzecca niente con il tipo di touchscreen usato dipende dalle dimensioni dello schermo ìnfine una nota negativa sulle ultime frasi che hai detto io non spendero mai 600 euro per un telelfono inoltre per quello che fa il mio ne dvrebbe costare 1000

      13 novembre 2009 alle ore 16:39

    9. Ottimo articolo. Mi sembra di capire che, a parte il multitouch, quello resistivo, per quanto vecchia tecnologia, sia più pratico anche perché permette l’uso di penne e di widget più piccoli. La minore visibilità dello schermo mi sembra ampiamente superata dal Samsung Omnia II che pur essendo resistivo fa della luminosità dello schermo un punto di forza. A questo punto la scelta a mio avviso andrebbe sul parco applicazioni e sulla facilità d’uso dell’interfaccia.

      22 novembre 2009 alle ore 20:48

    10. Grazie del complimento.
      Se si utilizza il pennino il display resistivo non sbaglia un colpo, senza ogni tanto fa fatica a rilevare il tocco. Il capacitivo rimane più sensibile al touch del dito. La scelta tra i due dipende dalle proprie preferenze.
      Come ben dici la luminosità non è un problema, i nuovi display Amoled sono incredibili.

      23 novembre 2009 alle ore 10:25

    11. Maury:

      x tancredi prima cosa dovresti scrivere piccolo (non gridare)
      poi come altri hanno detto con il resistivo scrivi anche a mano o disegni che solo x quello vale d +, poi che parli di icone grandi e mancanza di barre? il sistema tipo windows con barre può essere anche migliore, ma vuoi mettere un n97 o 5800 con l’iphone? ma dai iphone è un cessss non fara mai tutto quello ke mokia può fare, e poi chi a detto che l’uso del pennino o altro come l’unghia non è bello! il contrario io ho dita da camionista come sarei preciso o altro senza pennini (io uso l’unghia o il plettro) scrivo disegno, è il meglio! poi icone grosse? io cerco di far stare tante icone + piccole cosi ne ho di cose a portata di mano! altro che grosse! è poi solo i fighetti si prendono iphone e spendono d + x un cell (ke poi cell non dovrebbe chiamarsi xke fa skifo come cell [mms?]) mentre il 5800 si trova a 180 e fa mille cose d+, e poi se vogliono lo aggiungono lo scrolling cinetico ormai è alle porte un nuovo firmware, è veloce affidabile con i nuovi fw sensibile come dovrebbe essere, il meglio su Prezzo/prestazioni….

      20 dicembre 2009 alle ore 23:11

    12. Anonimo:

      Scrolling cinetico? Il Nokia 5230 ce l’ha già!

      7 gennaio 2010 alle ore 17:37

    13. Cafferino:

      Ah Maury!!! Ma come sei messo??? Sei rimasto ancora all’iphone che nn manda mms??? Sei rimasto indietro caro mio. L’unica cosa giusta è che non si possono fare video chiamate, da quando è uscito il 3gs gli mms ci sono, si possono fare video ha dei comandi vocali che sono perfetti, e cmq. Credo che sia l’unico Smart Phone che possa vantare più di 65000 applicazioni delle quali molte gratuite con la quale fai fare all’ iPhone tutto ciò che vuoi. Anche il discorso della scrittura e del disegno a mano libera è fattibile anche da noi possessori del gioiellino chiamato iPhone!!
      Ultima informazione per chi non è aggiornato, esistono dei pennini anche per gli schermi capacitivi. Cmq dopo iPhone……Il vuoto.

      27 gennaio 2010 alle ore 17:34

    14. Banzit:

      salve. tanto x cominciare w il 5800. mi congratulo x l’articolo, mi ha impressionato davvero x l’accuratezza e ha spiegato tutto molto bene. sono d’accordo anch’io sul fatto che lo schermo di tipo CAPACITIVO ha qualche marcia in più, ma come commentato anche quello RESISTIVO non è male. io ho da poco scaricato alcune appliacazioni x il mio nokia 5800 XM e devo dire che se non avessi il pennino sarebbero del tutto inutili. Tancredi, è inutile gridare (come qualcuno dice) che lo schermo di tipo CAPACITIVO sia il migliore, perchè se uno non ha disponibilità di soldi non se lo può permettere un cellulare così. bello quanto vuoi ma se uno ha bisogno di word o excel sull’i-phone x forza di cose, come minchia fa a schiacciare il tasto “modifica” o “salva”?? sai che palla zommare e tornare indietro ogni volta x schiacciare 4 comandi. il pennino è molto comodo sotto questo punto di vista. ovviamente la velocità di risposta dipende anche dal tipo di software installato sul cellulare. voglio vedere se metti il touch screen CAPACITIVO con il software dell’LG U8360. una lentezza unica. io mi trovo molto bene con il mio cellulare. è vero sono stato un pò deluso dalle specifiche tecniche del tipo di touch screen, xò… almeno posso farmi i bigliettini x i compiti in classe con i vari programmini offerti da ovi store. è appunto una questione di utilizzo. P.S: ho 16 anni..

      3 marzo 2010 alle ore 17:53

    15. Fury:

      Hahahah ma c’è ancora gente che cerca di far passare per “gioiello” quel ridicolo furto che risponde al nome di iPhone? ma per piacere, 600 euro per un cellulare che fa le stesse identiche cose che fa un normalissimo nokia 5800 (anzi, ancora meglio se un 5230 visto che ha lo scrolling cinetico, ovvero una delle pochissime cose che l’iPhone poteva vantare di avere in esclusiva…). Nokia 5230, 130 euro, full touch, navigatore integrato, ingresso jack audio classico, facilità di utilizzo mostruosa, sistema operativo symbian. iPhone, non sei nessuno.

      8 marzo 2010 alle ore 00:31

    16. Io ho un iPhone 3gs 32gb grazie nell’articolo mi e’ capitato molte volte di chiedermi questa differenza ;)

      8 marzo 2010 alle ore 15:40

    17. Freddy:

      Ottimo articolo ed ottima traduzione, cercavo proprio un sito che mi spiegasse le differenze di questi due touch-screen.

      16 marzo 2010 alle ore 11:11

    18. Grazie!

      16 marzo 2010 alle ore 12:53

    19. Davide:

      I-fogna che cesso di telefono molto meglio Omnia 2 anche se ha il resistivo è un display ottimo inoltre ormai non ha più nulla da invidiare all i-fogna anzi molto ma molto meglio

      26 marzo 2010 alle ore 00:51

    20. luck:

      E’ proprio vero: l’iPhone logora chi non ce l’ha. – e non parlo di chi non se lo può permettere: quello è un altro paio di maniche -
      La vera forza del gioiellino, non è nè lo schermo capacitivo, nè il design, nè tantomeno l’affidabilità del marchio Apple: è l’App Store. 170.000 App, per fare tutto. E chi non ne è in possesso non può saperlo. E vive nella sua beata ignoranza. ;-) Che vi perdete!

      30 marzo 2010 alle ore 14:55

    21. luck:

      Dimenticavo!!! Complimenti per l’articolo! Davvero utile e ben fatto!

      30 marzo 2010 alle ore 14:55

    22. lollo154:

      Ottimo articolo, spiegazione chiara ed esauriente.

      Per gli iPhone boys, ma della fotocamera da 3 Megapixel su un dispositivo da oltre 500 euro ne vogliamo parlare? E del numero di applicazioni gratuite su piattaforma symbian ne vogliamo parlare? Ma dai.. l’iPhone è un gran bell’oggetto, a me piace molto, ma gran parte del prezzo è solo estetica, non valore.
      Nokia mi stava sulle scatole come marchio; da un anno e mezzo ho un n96 preso con ricarica da un operatore giusto perché non ho sborsato un quattrino e devo dire che anche a distanza di tempo sono sbalordito, leggo pdf e documenti in WORD 2007 (quelli con estensione .docx, non solo i .doc del 2003), senza aver installato nulla, lo fa di default. Ci leggo la mia tesi di dottorato sull’n96! Inoltre lo tratto malissimo, mi è caduto un mare di volte anche sull’asfalto.. ma niente, continua imperterrito a funzionare perfettamente, e il display è ancora eccezionale nonostante abbia levato subito la patina protettiva. Per non parlare delle funzioni multimediali. Mi sono dovuto ricredere sul marchio finlandese.
      Confermo che l’iphone è molto carino e accattivante, ma non parliamo di prestazioni, contenuti o valore.. che obiettivamente non regge il confronto con telefoni anche non di ultima generazione.

      30 marzo 2010 alle ore 15:00

    23. Grazie ragazzi!!

      30 marzo 2010 alle ore 16:20

    24. mauro:

      Ho un nuovo LG pop con schermo resistivo. Divento matto per dare il comando che desidero. A volte non mi caga nemmeno. Se lo avessi saputo prima dell’acquisto avrei rinunciato a priori. Peccato che neppure il rivenditore sia stato in grado si spiegarmi così bene la differenza da un capacitivo come hai fatto tu. Grazie, e se siete esigenti NON COMPRATE LG POP.

      31 marzo 2010 alle ore 19:45

    25. Rocco:

      ….bè direi proprio di non comprare LG in generale…..io ho un samsung omnia i900, so che presto lo cambierò anche se devo dire non è stato malaccio ma vorrei cambiare e sono orientato su tre titoli: IPHONE 3GS, NOKIA N97 MINI, NOKIA N900 E SE XPERIA 10. Che dite?

      1 aprile 2010 alle ore 19:28

    26. luck:

      iPhone 3GS! E comunque (per rimanere sul pezzo) assicurati che abbia il touch capacitivo… credo che in generale dia più soddisfazioni. Per l’iPhone vedevo proprio oggi che Vodafone ha delle buonissime offerte in abbonamento. Approfittane!!! Dammi retta, non te ne pentirai.
      Ciao

      8 aprile 2010 alle ore 13:51

    27. fokozuynen:

      Ancora non avette capito che IPhone costa 600 € per marchio e basta . Ma che vi serve quando la publicita vi sta lavando il cervello .
      Eco una storia che vi fara un po pensare su i telefoni col display capacitivo (tipo IPhone) . Io avevo un Iphone = 600 € , molto contento che figata mi dicevo uno dei primi di mia clase e dei pochi di scuola che avevano un Iphone. Mi si e capitato un giorno che a discoteca ho avuto dei problemi guai con altri e dopo aver caduta a tera e sonno stato menato avevo le mani spoche di polvere di asfalto e pure rigide , vi sara capitato qualche volta di cadere col la bici e le mani le avette striciate per terra.
      Ho provatto di chiamare polizia un momento critico e aiuto — NIENTE il telefono non prendeva niente per che le mani erano troppo asciute e non faceva conductibilita col energia capacitiva. Dopo aver caduta del le mani il telefono (IPhone) non ha funzionato piu i ragazii che mi stavano mena lo volevano ruba ma non funzionava e tutto per che mi e caduto giu dalle mani e a sbatuto per tera.

      Ho comprato Nokia 5800 un anno fa, un ano e qualosa e io adesso lavoro come mecanico – non vi dico come lo sto usando questo telefono in che condizioni e quante botte a preso fin ora. Per non dire che ha una batteria che autonomia si sente , mi dimnetico quando lo caricato.
      Per cio dico io – non essere un co….e e compra cose buone che poi quando ti sucederra come me hmmm ……..%!@4

      13 aprile 2010 alle ore 23:45

    28. Luca:

      ragazzi io sono un patito di cellulari e ne ho avuti di tutti i tipi :
      Nokia n95 8gb col symbian
      Htc tytn2 con wm 6.1
      Toshiba TG01 con processore da 1ghz e schermo 4 pollici con wm 6.5

      ma attualmente uso iphone 3g 8gb a mio avviso un altro pianeta rispetto agli altri !

      per quanto riguarda il toucscreen rimanendo in tema dell’articolo, il resistivo col pennino è ottimo , ma purtroppo per problemi di spazio tanti cellulari lo danno a parte del tipo che bisogna appenderlo con un cordino ed è una cagata! provate a metterlo in tasca poi..e comunque tante volte capita che bisogna premere piu di una volta per ottenere il comando desiderato

      Il capacitivo è vero funziona solo con le dita è per alcuni puo essere un limite , ma come qualità d’immagine e luminosità in condizioni di luce solare forte è nettamente superiore.

      Io personalmente vi consiglio cellulari con display capacitivo.

      30 aprile 2010 alle ore 00:20

    29. Small:

      fokozuynen… Ma l’italiano? Scrivi come un traduttore. Che tristezza…

      3 maggio 2010 alle ore 17:32

    30. alessio:

      sapete percè nn potete paragonare un iphone con tutto il resto che c è in giro?????? tutti sono dei telefoni cellulari che si comportano (quasi ) come un pc…. l iphone è un IMac in miniatura che fa anche telefonate e manda messaggi e mms …. in pratica i vari nokia sono telefoni l Iphone e un computer e che computer che all occorrenza telefona nn cè paragone

      7 maggio 2010 alle ore 11:33

    31. BOGDAN:

      Ancora con sto Iphone che caspita ce da paragonare quando unico punto forte del L’Iphone e LA PUBLICITA come dicono anche altri .si si si ha tante app ma forse ha per il fatto che lo dice la publicita, vai a vedere quante sonno per i symbian o per ii android e non fanno publicita che se no.. sarebe una al giorno.
      Se Iphone abassa tantttoooo di PREZZO alora si ma altrimenti rimane una trappola di publicita per quelli che non capiscono di Smartphone niente.

      8 maggio 2010 alle ore 09:39

    32. andrea:

      ragazzi dipende dalle esigenze,io non amo tirare fuori il pennino per scrivere messaggi,infatti con il cookie di mio fratello mi sono trovato male le priem volte,è questioen di abitudine anche,poi considerate che ho rotto 3 volte l’lcd del mio n73,perciò opto per un display capacitivo,ma c’è anche chi ama scrivere con il pennino,dipende

      17 maggio 2010 alle ore 20:01

    33. alecarmi96:

      Ciao ragazzi!
      Per prima cosa complimeti per l’articolo…!
      Poi volevo chiedervi un consiglio: ho in mente di farmi regalare un sony ericsson vivaz… Il “problema” è che ha lo schermo resistivo, ma nella videoprova che ho visto (www.telefonino.net), non sembra necessario imprimere tutta questa forza per i comandi; infatti quando l’operatore compone il numero telefonico, si vede bene che il telefono ha un’ottima velocità di reazione (e non usa il pennino).
      Premesso che non ho intenzione di comprarmi un I-phone perchè costa troppo e per le dimensioni eccessive anche se l’ho provato a scuola da un mio compagno e vi assicuro che è fantastico, vi chiedo un consiglio per la mia futura scelta del cellulare. Grazie e ciao!

      26 maggio 2010 alle ore 19:53

    34. ilaudix:

      io li ho avuti tutti e due e credetemi lo schermo capacitivo dell’iphone è sorprendente sembra si muovi con la forza del pensiero, devi solo premere leggermente , il tutto con una precisione e fluidità incredibile. Io sinceramente non avrei dubbi tra uno schermo capacitivo e uno resistivo visto che il primo ti obbliga ad usare due mani! e cmq lo dimostra il fatto che la nokia con il nuovo n8 sta cercando di avvicinarsi all’iphone. peccato per il symbian… la fluidità non è il max.

      30 maggio 2010 alle ore 10:19

    35. ma fatemi il piacere!tancredi brava per averlo scritto in maiuscolo!il touch screen capacitivo è il migliore! praticissimo… prm o poi vi pentirete di aver comprato un resistivo!w tutti quelli che hanno un telefono capacitivo!

      30 maggio 2010 alle ore 17:28

    36. ho appena visto un sito ke diceva che il samsung f490 sfida l’iphone.c’era scritto questo:Anche Samsung sfida l’i-Phone. Sembra, infatti, essere arrivato sul mercato il primo grande concorrente dell’i-Phone. Si tratta del Samsung F490 che sembra nato come il più agguerrito tra i contendenti. E’ dotato di una display in formato 16:9, interfaccia che si controlla con un dito, pannello da 3,2 pollici scelto da Samsung che è sensibile al tocco (touchscreen). Non solo: offre una visuale panoramica di foto e video, adatta soprattutto per la navigazione in Internet.

      Questa si basa sul supporto Umts/Hsdpa a 3,6 Mbps. L´F490 dispone di un browser web capace di visualizzare in modo ottimale i siti visitati e sfrutta l´integrazione con il software Google Search. Il telefonino ha uno spessore di soli 11,8 millimetri, ma non si fa mancare nulla. Ma il punto di forza è l´interfaccia Croix UI, studiata per permettere un’interazione utilizzando solo le dita. La Croix UI dispone le icone in una sorta di griglia dove un puntatore a forma di croce individua quella selezionata. Tutte le funzioni si controllano con le dita.

      Sul retro del Samsung trova posto la fotocamera da 5 megapixel e, in più, dispone di connettore per jack standard da 3,5 mm e di vano microSD per estendere la memoria integrata da 130 MB. L’F490 supporta le connessioni HSDPA a 3,6 Mbps, Bluetooth 2.0 e USB 2.0 per dialogare con il computer. Il Samsung F490 sarà in commercio in Italia a partire da marzo al prezzo di 500 euro.praticamente è un iphone ma c’è una cosa strana:dice ke kosta praticamente kome un iphone(infatti a le stesse funzioni)ma io l’ho comprato a soli 129euro!!!è sempre capacitivo ma costa molto meno dell’iphone!!Quindi voi che dite ke nn ve lo potete permettere…quindi anke se l’iphone è bello conviene molto di più il Samsung F490.é molto bello,pratico e conveniente!

      31 maggio 2010 alle ore 16:27

    37. Mi sa che tu hai preso l’ F480….non l’F490 di cui si parla.

      31 maggio 2010 alle ore 16:29

    38. alecarmi96:

      si ma non mi avete risposto.. Comunque in questi giorni ho visto che è uscito il samsung s8500 wave che mi sembra meglio… ora vi prego di aiutarmi…!

      31 maggio 2010 alle ore 19:56

    39. Il Samsung Bada l’abbiamo provato alla presentazione, guarda tra le nostre videorecensioni su youtube oppure cerca nel blog.

      1 giugno 2010 alle ore 08:29

    40. alecarmi96:

      Ok… Grazie mille!

      1 giugno 2010 alle ore 14:07

    41. noa:

      Sei stato bravissimo!
      Tutto chiaro!! Grazie!

      10 giugno 2010 alle ore 09:21

    42. Grazie a tutti dei complimenti!

      10 giugno 2010 alle ore 10:17

    43. bypepper:

      ottimo, molto chiaro, bravo e grazie. ciao

      12 giugno 2010 alle ore 12:10

    44. FranK:

      Ottima guida! Spiegazione esauriente…
      C’è da aggiornare questo passaggio:
      “Adottano questo tipo di schermo tutti i terminali touchscreen della Nokia”
      visto che ora il Nokia X6 ha il touch di tipo capacitivo.

      17 giugno 2010 alle ore 17:04

    45. Hai ragione, però è una citazione, quindi la lascio così. Ad inizio articolo ho scritto che “Lo schermo del Nokia 5800 (e della maggior parte dei dispositivi in circolazione)” e non tutti.
      Comunque mille grazie della segnalazione!!

      18 giugno 2010 alle ore 07:46

    46. Andrea:

      Si, veramente un’ottimo articolo… in giro nn c’è di meglio!

      21 giugno 2010 alle ore 10:40

    47. BeA:

      Bello, finalmente mi è tutto chiaro. Grazie.

      7 agosto 2010 alle ore 15:44

    48. cristian:

      i tuch capacitivo sarà pure una tecnologia più recente però come è specificato alla fine dell’articolo non funzione se la temperatura è inferiore ai zero gradi quindi di inverno quando la temperatura va spesso sotto zero chi ha l’i phone come fa?rimane senza cellulare.

      21 novembre 2010 alle ore 16:40

    49. gvnn71:

      Io dico la mia: Ho il Sony Ericsson Vivaz, che cagata: lo schermo preme dove vuole lui, non dove voglio io, ho avuto N95 8 Gb, ed altri Nokia, Samsung ecc, ma fortunatamente per me ho anche Iphone 4G, e penso che gli altri non hanno nulla per avvicinarsi a questo telefono.
      Abito dove si scende molto sotto lo 0°C, mai avuto problemi( il telefono lo tieni in tasca, e vorrei vedere chiunque avvicinare un oggetto all’orecchio se fosse sotto lo 0°C) .
      É solo un’opinione non abbiatene a male.

      2 dicembre 2010 alle ore 11:09

    50. rob:

      Il touch diamond devo dire che risponde perfettamente sia con pennino che con dito e credo sia capacitivo. Secondo me molto dipende anche dall’implementazione del software

      3 dicembre 2010 alle ore 11:46

    51. rob:

      opps resistivo :)

      3 dicembre 2010 alle ore 11:47

    52. davi:

      io ho un lettore mp3 con touch screen credo resistivo (come quello del DS). mi ha soddisfatto pienamente e volendo posso anche usare il pennino. è solo un po’scomodo lo scrolling cinetico perchè il display richiede una pressione decisa W I DISPLAY RESISTIVI!
      P.S:il dispositivo è un JukeBox Touch 310 della Mediacom!

      28 dicembre 2010 alle ore 15:56

    53. davi:

      sì è resistivo

      28 dicembre 2010 alle ore 16:02

    54. Anonymous:

      x tancredi,
      touch screen non thouch screen
      e poi è CAPACITIVO NON CAPACITATIVO che non esiste nel vocabolario italiano.

      30 dicembre 2010 alle ore 02:19

    55. alecarmi96:

      ho preso il wave s8500 con il capacitivo ed é fantastico! il touch é meglio dell’iPhone 3gs… (nn ho ancora provato il 4)… tutto perfetto a parte il SO, perché 1 volta a settimana circa mi si spegne il telefono mentre lo sto usando con la batteria al 30% circa… comunque ottimo telefono

      2 gennaio 2011 alle ore 16:58

    56. baloonaloon:

      Meno male che lo dici te stesso medesimo che si spegne da solo e nonostante questo affermi che sia migliore,a questo punto o ti brucia aver dato via il miglior telefono del mondo per 1 cessata di cell Samsung oppure non arrivi a fare 2+2=4
      Oggi competono solo iOS ed android il resto è fuffa
      Iphone4 e HTC desire

      19 gennaio 2011 alle ore 13:12

    57. Roberto76:

      Ma smettiamola, come i bambini, meglio il mio, meglio il tuo… Mio nonno diceva: Ognuno si fa la moglie con il suo non con quello degli altri… quindi pensate al vostro che sia Nokia, Iphone etc…
      A parte questo ottimo articolo e descrizione perfetta delle differenze!!!

      25 gennaio 2011 alle ore 01:48

    58. PiT:

      Ottima spiegazione la differenza tra resistivo e capacitivo.

      Aggiungo una cosa: magari in un futuro non prossimo se nascerà il Nokia con il S.O. Android sarà la rovina dell’iphone, già in america c’è stata la controtendenza dell’iphone dopo la nascita di android.

      Nel volantino della expert c’è un tablet marca huawei s7 android schermo capacitivo a un prezzo molto inferiore della samsung galaxy tab e ipad. Anche questa macchinetta è molto valida.

      Ho scritto con il mio fedelissimo 5800.
      CIAO!

      26 gennaio 2011 alle ore 00:09

    59. alecarmi96:

      baloonalon: guarda che io nn avevo un iPhone prima… L’avevo provato da dei miei amici… comunque la cessata di telefono lo dici guardando lo sterco che hai in mano che ti hanno fatto pagare più di una mucca d’oro…

      26 gennaio 2011 alle ore 23:20

    60. Lii u k:

      Io darei ragione ad “alecarmi96″ perchè nonostante tutto il Samsung Wawe è un gran telefono che potrebbe considerarsi anche alla pari per delle funzioni dell’Iphone.

      27 gennaio 2011 alle ore 17:36

    61. Exodux:

      Innanzi tutto vorrei ringraziarti per l’ottima guida, finalmente ho capito chiaramente la diff tra i due tipi di TS .
      Cmq a parer mio il futuro sta negli smartphone con S O android… Ma questa è un’altra storia

      27 febbraio 2011 alle ore 08:38

    62. ZioPecio:

      Come per tutte le cose, dipende dall’utilizzatore finale e dall’uso che se ne fa.
      Io ho un Nokia 5230, smartphone entry-level, il suo touchscreen resistivo è eccezionale. Mai e poi mai lo cambierei per un capacitivo, ne ho provati diversi, compreso l’iphone, ma non sono mai riuscito ad avere la precisione del resistivo.
      Aggiungo che il telefono lo uso sopratutto per lavoro, quindi mail a gogo e telefonate.
      Il mio prossimo passo sarà forse abbandonare il touchscreen per tornare un passo indietro, alla ricerca di una maggiore autonomia (vedi Nokia E72).

      1 marzo 2011 alle ore 09:14

    63. vincenzo:

      ma avetete provato optimus 7 lg windows 7? 399 euro molto meno dell’hi phone anche nuovo il sistema operativo microsoft mancano ancora alcune cose ma in continuo aggiornamento pensate si suona come fosse un armonica a bocca

      18 marzo 2011 alle ore 10:39

    64. Frexer:

      io ho un telefono Android pagato 99 euro… GPS, schermo capacitivo meraviglioso, realtà virtuale, wifi, HSPA…, applicazioni a bizeffe dalle più assurde a quelle più scontate, internet 24 ore su 24 connesso con il mondo…. Iphone è l’unico telefono che può competere con Android, il resto deve darsi una regolata se vuole aggredire il mercato… se Nokia sta perdendo terreno probabilmente un motivo c’è… se Apple la smettesse di farsi pagare il marchio in maniera cosi esagerata forse sarebbe il telefono più venduto… inoltre lo schermo resistivo ha i propri pregi e difetti come il capacitivo… usi il resistivo se hai necessità per il resistivo, usi il capacitivo se hai necessità del capacitivo… non esiste la perfezione come non esiste il telefono perfetto e non esiste il telefono che fa schifo..

      29 marzo 2011 alle ore 16:12

    65. mau:

      Si puo’ applicare una pellicola protettiva su uno schermo capacitivo?
      Bell’articolo!!!!

      12 aprile 2011 alle ore 03:32

    66. davi:

      nn credo dato cm funzionano gli schermi capacitivi ma forse mi sbaglio

      4 maggio 2011 alle ore 07:21

    67. alecarmi96:

      si, si può mettere la pellicola ma la sensibilità dopo é molto minore e diventerebbe quasi come quella di un resistivo.

      29 maggio 2011 alle ore 10:38

    68. ale:

      io sono disperata, devo cambiare cell e nessuno più fabbrica schermi resistivi..sn una ragazza, cn i polpastrelli non ci riesco a scrivere e devo usare x forza le unghie x scrivere cn il touch…è già x qst mi trovo malissimo..ora han fatto sti schermi capacitivi odiosi che non mi permettono nemmeno di usare l’unghia…di usare pennini non se ne parla..impicciano e datosi che mando una quantità di sms enorme al gg..non posso perder tempo cn i pennini….l’unica è comprare qualche touch cn tastiera fisica…peccato facciano tutti schifo…avevo comprato l’n97 mini, dopo 3 gg nn funzionava più…l’ho restituito al negozio…ora io mi chiedo… ma le ragazze che hanno le unghie lunghe…mi spiegano come cacchio fanno ad usare sti schermi capacitivi!??!?!?

      1 giugno 2011 alle ore 20:11

    69. SimonWP7:

      @ mau: si puo’ tranquillamente, io l’ho comprata su ebay per 70centesimi e funziona perfettamente. Nessun problema di sensibilità. (Samsung Omnia 7).
      @ ale: prima dell’Omnia 7 avevo un decorosissimo Nokia 5230 che ha svolto il suo dovere con onore, se non hai il problema d’avere necessariamente un telefono all’ultimo grido puoi orientarti verso quella famiglia di telefoni…

      2 giugno 2011 alle ore 09:07

    70. jack:

      Ottimo articolo, veramente esaustivo e utile, almeno per me.
      Per quanto riguarda il resto dei commenti tra iphone e nokia devo dire che non avete proprio un cazzo da fare….

      15 giugno 2011 alle ore 11:24

    71. gimo:

      quoto jack…
      e aggiungo un consiglio: dato che avete tanto tempo libero potreste impiegarlo per parlare l’Italiano..

      18 giugno 2011 alle ore 19:12

    72. Francesca:

      Ciao a tutti! Io ho un nokia x6. vorrei scrivere i messaggi in piccolo come nel nokia 5800. qualcuno sa come si rimpicciolisce? xk mentre scrivo le scritte sn enormi. una volta accettato quello k scrivo allora è piccolo, ma lo preferirei da subito come il 5800. grazie a chiunque saprà rispondermi!!! ;)

      1 luglio 2011 alle ore 11:57

    73. Lu:

      Al di là delle polemiche tra capacitivo e resistivo.. personalmente ho un nokia c6-00 e mi trovo benissimo, sia con le dita che con il pennino.. la resistenza è soggettiva, il vetro è più duro della plastica come del metallo, ma è anche molto più fragile.. e sò di iphone caduti per terra una volta sola.. lo schermo in pezzi.. 650 Euro fottuti alla grande..

      Comunque ho una perplessità, se qualcuno sà rispondermi ne sarei grato:

      * Resistivo: la pressione di cui abbiamo bisogno per effettuare il contatto con lo schermo, può essere effettuata con le dita (anche coi guanti), unghie, pennini, etc.L’uso del pennino è fondamentale per il mercato asiatico e ovunque il riconoscimento dei caratteri è rilevante.

      * Capacitivo: anche il minimo contatto delle vostra dita ricche di elettroni con il display è sufficiente per attivare la capacità di rilevamento.Non funziona con oggetti inanimati, unghie o guanti.Il riconoscimento della scrittura manuale è quindi problematica.

      Mi viene da pensare che con materiali di plastica o comunque non conduttore lo schermo capacitivo non rilevi “il tocco”.. e con un pennino ipoteticamente di metallo o conduttore, cambiarebbe qualcosa????

      Grazie un saluto

      10 agosto 2011 alle ore 18:28

    74. Simone.p:

      Già da tempo ci sono in commercio pennini di tipo capacitivo. Possono essere acquistati in molti negozi di telefonia, nelle catene d’elettronica, anche nelle “cineserie”.

      11 agosto 2011 alle ore 07:50

    75. ciro pillolo:

      il capacitivo e i resistivo sono per 2 esigenze diverse. ma che l’iphone sia il meglio in assoluto assolutamente no, fate delle ricerche dettagliate e scoprirete che il melafonino costa tanto così solo perchè è una moda, per il resto fa cacare!!!!!

      12 agosto 2011 alle ore 21:35

    76. Lu:

      Grazie ad entrambi, in realtà mi interessava sapere “la meccanica” del capacitivo, poichè si parla di “flusso di elettroni”, suppongo che reagisca in base ad un “qualsiasi” corpo conduttore.

      Grazie e un saluto

      Ps per Simone.p lo vendono anche all’Autogril :D

      22 agosto 2011 alle ore 10:28

    77. Natalya:

      Articolo è stupendo grazie mille per il chiarimento!!!Beh sulla polemica che si è creata posso dire solo che è molto divertente:)
      Preferisco cellulari a basso prezzo,considerando che mi cadono sempre!!!
      Resistivo non è poi tanto male come può sembrare!!!
      Grazie per l’articolo!!!:)

      5 gennaio 2012 alle ore 19:12

    78. maria:

      ke belli !!!!!!! xo a me piace di più l’ iphone 4

      22 gennaio 2012 alle ore 18:35

    79. The_Mark:

      ho provato cellulari di ogni tipo e dispositivi di TS capacitivo e resistivo e capacitivo, personalmente preferisco dispositivi con TS capacitivo e anche con i guanti riesco ad usare il TS capacitivo (ho provato con guanti di cotone e guanti di lana sottile), ultimamente hanno messo in commercio anche i pennini per schermi capacitivi quindi non dovrebbero esserci più problemi nell’utilizzo del TS capacitivo p.s. ho fatto anche una prova con una calamita (visto che sfrutta il principio del magnetismo) e funziona anche se non benissimo

      23 aprile 2012 alle ore 16:48

    80. barbara:

      Grazie, stavo proprio cercando questa spiegazione, perchè trovo molto comodo utilizzare le unghie per il touch screen. Da quello che ho capito però questa (resistivo) è una tecnologia che man mano verrà dismessa. E’ possibile trovare un elenco dei telefoni in commercio ora che hanno questo tipo di touch screen?

      24 maggio 2012 alle ore 13:21

    81. anonimun:

      Ancora i fanboy… spenderei volentieri 600 euro per un cellulare e ci sto pensando, ma non di certo per un iphone… io necessito di un cellulare, e l’iphone la cosa che fa peggio, è proprio quest’ultima!!! Sono poco resistenti, cadono a terra si rompono come cristallo! Sono molto limitati nelle funzioni! es il bluetooth! che se non hai un’altro iphone non condividi un cazzo! e sono tutte cose provate da me con mano!!! a parità di operatore e di rete l’iphone è quello che prende peggio!!! che delusione… e per quelli che iphone meglio di samsung (che pure non reputo buona marca) aprite gli iphone e vedete le ram…

      30 giugno 2012 alle ore 14:30

    82. Fabrizio Lombardo:

      Decisamente Samsung Android con touchscreen capacitivo con pennino intuitivo.

      5 agosto 2012 alle ore 16:06

    83. Sergio Gritti:

      adesso ho capito mancano solo i soldi grazie

      20 settembre 2012 alle ore 21:42

    84. roberto:

      Buona la descrizione dei due sistemi ma il capacitivo è in assoluto il primo touchsdreen della storia. Il progetto definitivo è del 1968 e fu realizzato nel 1973 per uso proprio dal CERN di Ginevra. Fu proprio il non poterlo usare con guanti o oggetti a spingere lo sviluppo del resistivo realizzato pochi anni dopi.
      http://en.wikipedia.org/wiki/Touchscreen
      Esisteva la stessa pagina in Italiano,ma è stata completamente modificata.

      3 ottobre 2012 alle ore 02:29

    85. resistivo forever!!;-9 k comodità…..

      1 gennaio 2013 alle ore 16:58

    86. grazie per la risposta ma cosa è meglio per il futuro?

      13 gennaio 2013 alle ore 16:57

    87. davide:

      è ovviamente meglio il capacitivo su tutti i fronti, senza contare che il resistivo se lo metti in tasca sdi può attivare da solo e altre amenità…
      è palese la risposta infatti tutti gli smartphone adesso hanno il touchscreen capacitivo perchè la qualità è 10 volte superiore!

      18 aprile 2013 alle ore 19:37

    88. Giulia:

      Salve. Finalmente ho capito la differenza quindi grazie mille. Vorei dire la mia. Io ho un nokia 5230 che dalla spiegazione deduco abbia un touch di tipo resistivo. I ho perennemente le unghia lunghe e quindi mi trovo in difficoltà ad usare questi nuovi tablet o telefoni perchè non rispondono alle unghia e soprattutto avendole lunghe viene difficile centrare l’obiettivo anche con i polpastrelli! Oltretutto devo dire che il mio vecchio e caro telefono è durato circa 3 anni, cadendo a terra almeno 2 volte al giorno, e se non fosse perchè si è rotta la cover (e quindi il tel si è aperto in 2 xD) sarebbe ancora perfetto. Oltretutto io messaggio molto e il resistivo è molto più veloce e facile non c’è il problema di premere altri pulsanti indesiderati. Oltretutto tutti questi schermi capacitivi sono sempre luridi e per pulirli ci vuole la misericordia, per non parlare del fatto che se si hanno le dita umide per un qualunque motivo non si riesce proprio a scrivere… insomma io non lo trovo comodo per niente il nuovo capacitivo quindi resistivo tutta la vita…

      14 maggio 2013 alle ore 13:06

    89. […] Ebbene, la differenza tra la precisione dello schermo touchscreen di uno smartphone rispetto ad un altro non è solo una mera questione di qualità ma è il risultato di una scelta di marketing ben precisa che porta ad adottare una tra le due tecnologie touch più diffuse; quella capacitiva o quella resistiva. […]

      14 gennaio 2014 alle ore 13:36

    90. Gioia Meneghini:

      ho ricevuto un ARCHOS 50b ma non ho istruzioni per cominciare ad usarlo..cercavo queste.grazie.

      23 luglio 2014 alle ore 18:30

    Sottoscrivi i commenti a questo articolo tramite RSS o TrackBack a 'Touch Screen resistivo e touch screen capacitivo, definizione e confronto'.

    Lascia un Tuo Commento:

     Mi iscrivo alla newsletter 

    Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

    Seguici su Google Plus
    Cellularmagazine.it su Facebook Cellularmagazine.it su Twitter Cellularmagazine.it su Dailymotion.com Cellularmagazine.it su Youtube.com Iscriviti ai Feed
    Social Reading


    Newsletter

    Se vuoi ricevere occasionalmente (massimo una al mese), le novità del sito e le offerte commerciali relative alla telefonia mobile.

    Iscriviti alla newsletter