Apple: niente certificazione nella lista EPEAT

Inserito in Costruttori,Curiosità da il 11 luglio 2012 - Google +:

Apple ha deciso di non certificare i propri prodotti nella lista EPEAT ( Electronic Product Environmental Assessment Tool).

EPEAT e Apple

Ecco l’immagine da cui alcune contestazioni sono state fatte ad Apple, nell ‘ immagine in questione fatta da iFixit (noto blog in cui vi sono diverse guide sullo smontaggio di componenti Apple), si può vedere come la batteria di un MacBook Pro di ultima generazione, che risulta incollata letteralmente, sia fuori dai parametri  dell’EPEAT organo di controllo per la salvaguardia dell’ambiente e l’ottimizzazione attraverso alcuni criteri per vari dispositivi tecnologici.

In pratica la questione è abbastanza semplice, Apple ha deciso prima ancora di avere problemi di togliere i suoi prodotti dalla lista di questa certificazione, in modo da evitare problemi, cattiva pubblicità e forse anche per lottare contro una sorta di imposizione che, come ben sapete, in “casa Cupertino” non sono state mai ben viste.

Per rispondere alle varie accuse piovute da diversi giornalisti ed anche da diversi organi istituzionali Apple attraverso un suo portavoce ha dichiarato:

Apple ha un approccio globale per misurare il suo impatto ambientale e tutti i suoi prodotti soddisfano i più severi standard di efficienza energetica del governo degli Stati Uniti, Energy Star 5.2. siamo stati tra i primi a comunicare le emmissioni dei gas serra sul nostro sito ufficiale, e i prodotti Apple sono superiori in altri importanti settori ambientali non misurati da EPEAT, quali l’eliminazione dei materiali tossici.

Bè del resto cosa rispondere, le cose dette sono vere, ma comunque la scelta di Apple di ritirare i propri prodotti dalla lista EPEAT ha di già avuto un grosso peso, nella città di San Francisco per esempio il dipartimento dell’ambiente ha scelto di spingere i suoi cittadini a boicottare Apple non acquistando i suoi prodotti, e sembra che in parte la cosa stia funzionando, Melanie Nutter direttrice del dipartimento infatti ha dichiarato sulla questione:

Siamo delusi dalla scelta di Apple di uscire dall’ EPEAT, speriamo che Apple si ravveda e torni indietro sui suoi passi

Insomma botta e risposta da una parte e dall’altra, del resto però come dare torto ad un organo che difende l’ambiente, forse Apple dovrebbe cercare di rendere i suoi device oltre che belli e funzionali, anche in linea con i parametri decisi democraticamente a cui anche altre grosse aziende aderiscono, del resto la Mela non può pretendere di essere sempre unica anche lei deve essere controllata, specie su aspetti così importanti.

Secondo voi Apple ha fatto bene a voler ritirarsi da EPEAT? oppure dovrebbe cercare di migliorare ancora di più l’aspetto “ambiente” dei suoi dispositivi?

Share Button
Un Commento
  1. C'è davvero da chiederesi che fine ha fatto la promessa di Jobs del 2007 (leggi: http://www.creuzanews.com/?p=1430)?

    Nel canestro dell'Epeat probabilmente l'unica mela marcia era proprio Apple. Sony ha ben 329 prodotti registrati, Samsung 309, HP 221, Dell 171… ma ora per Apple la certificazione non va più bene, è superata, quando fino a qualche settimana fa era motivo di vanto per la società.

    11 luglio 2012 alle ore 16:16

Sottoscrivi i commenti a questo articolo tramite RSS o TrackBack a 'Apple: niente certificazione nella lista EPEAT'.

Lascia un Tuo Commento:

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Seguici su Facebook
Cellularmagazine.it su Facebook Cellularmagazine.it su Twitter Cellularmagazine.it su Dailymotion.com Cellularmagazine.it su Youtube.com Iscriviti ai Feed
Social Reading


Newsletter

Se vuoi ricevere occasionalmente (massimo una al mese), le novità del sito e le offerte commerciali relative alla telefonia mobile.

Iscriviti alla newsletter