Samsung: possibile evoluzione del sistema scocca hardware e software in Galaxy SIII

Inserito in Android,Samsung da il 1 aprile 2012 - Google +:

 

In queste settimane in rete sono girate tantissime fotografie di quello che potrebbe essere il futuro modello della linea S di Galaxy che con milioni di modelli venduti tra il primo e il secondo, una ottima scelta di marketing e hardware frutto del know how Samsung è insieme ai modelli Nexus una delle novità che ogni anno gli appassionati aspettano.

 

Vorrei provare insieme a voi a notare dei particolari a livello di design esteriore e, dove necessario, paragonarlo con altri modelli. Partiamo da quella che è la zona tasti di un Galaxy SII, niente che non possiate aver già visto:

 

 

essendo un modello uscito con Gingerbread la versione europea (quella americana non ce l’ha e lo stesso vale per Note) nella scocca frontale inferiore ha un bottone e accanto i virtuali indietro e menù, Google per Ice Cream Sandwich per modelli che lo presenteranno come versione di s.o. iniziale ha imposto che il bottone menù non ci debba essere e quì è iniziato a nascere il problema. Vediamo come, dalla fantomatica foto di SIII Samsung ha risolto:

 

 

1- Niente bottone fisico,

2- nessun bottone nemmeno virtuale,

3- home, indietro e la funzione per vedere le apps aperte in memoria (e quì si vedono le differenze vere tra s.o., pensate che per vederle in iOS serve tenere premuto per qualche secondo l’unico bottone sulla scocca) e chiuderle con un tocco per orizzontale.

 

 

Lo stile delle tre icone è quello tipico di TouchWiz ormai prossima alla versione 5.0, vediamo un paragone tra le tre sopra nella versione smartphone e quelle dello screenshots sotto in Galaxy Tab:

 

 

 

 

la quarta da sinistra serve per prendere screenshots, negli smartphone invece si prende con tasto volume giù + centrale oppure indietro più centrale avendo avuto sia un top di gamma che un modello normale li ho sempre presi così. Proviamo ora a fare un paragone con un Android 4.0.3 versione modificata da Asus su Padfone:

 

 

 

 

 

la differenza tra SIII versione rumor e Asus è dovuta anche al fatto che nel primo si è in menù mentre nel secondo in home, indietro e apps in memoria sono in posizione invertita ma se in Samsung e Asus hanno fatto le cose bene quella barra si puo’ abbassare con i privilegi di root come attualmente si puo’ fare con HoneyComb semplicemente introducendo un offset di valore negativo in Y.

 

 

 

Passiamo ora alla parte superiore della scocca di Galaxy SII e III versione foto rubata, lo specifico sempre perchè non vorrei che qualcuno iniziasse a leggere da quì. Partiamo dal primo con la versione 4.0.3 ICS:

 

 

 

e subito il secondo:

 

 

Note:

 

- a livello grafico/software: come per Galaxy Note v4.0.3 (vedi foto) i colori scelti per batteria, orario, ricezione e altro di sistema sono verde e bianco e non l’azzurro della Google Pure Experience ICS,

 

- a livello hardware: sensore di prossimità spostato da in alto a sinistra a in alto a destra

- sensore di luminosità in alto a sinistra per SIII,

- da Galaxy Nexus Samsung ha capito l’importanza di un led luminoso di notifica oppure che è semplice integrarlo nell’hardware (personalmente pensando che sia molto importante ho scritto un articolo dedicato solo a questa particolarità), a oggi in i9100 è possibile avere una funzione simile o con privilegi di amministratore e mod che retro-illuminano lo schermo oppure con app da play.

 

 

Share Button

Sottoscrivi i commenti a questo articolo tramite RSS o TrackBack a 'Samsung: possibile evoluzione del sistema scocca hardware e software in Galaxy SIII'.

Lascia un Tuo Commento:

 Mi iscrivo alla newsletter 

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Seguici su Google Plus
Cellularmagazine.it su Facebook Cellularmagazine.it su Twitter Cellularmagazine.it su Dailymotion.com Cellularmagazine.it su Youtube.com Iscriviti ai Feed
Social Reading


Newsletter

Se vuoi ricevere occasionalmente (massimo una al mese), le novità del sito e le offerte commerciali relative alla telefonia mobile.

Iscriviti alla newsletter